quali sono gli interventi che permettono di gestire al meglio la rabbia? Anna Cantagallo

Anna Cantagallo Specialista in Neurologia e  Medicina  Riabilitativa illustra quali sono gli interventi che permettono di gestire al meglio la rabbia.

La rabbia è una risposta che può variare dalla leggera irritazione alla furia intensa. Spesso può essere causata da problemi nel funzionamento dell’area frontale del cervello. Difficoltà di controllo della rabbia possono influenzare il lavoro, la vita privata, e il modo in cui ci si rapporta agli altri – quindi è importante riuscire a gestirla efficacemente. Non c’è nulla di sbagliato nell’arrabbiarsi occasionalmente, come è normale e naturale sentirsi agitati in qualche situazione. Comunque, è importante che si sia in grado di evitare di arrabbiarsi a livelli estremi o troppo di frequente. A tal proposito la dottoressa Anna Cantagallo illustra le 3 modalità in cui si manifesta più spesso la rabbia:
1) pensare in maniera negativa a qualche fatto che è accaduto – spesso come una reazione automatica;
2) provare sentimenti di infelicità;
3) dire/fare cose che sono il diretto risultato del sentirsi agitato.
Risulta quindi necessario delineare quali possano essere le soluzioni più efficaci a questo problema. Le tecniche di autocontrollo possono considerarsi di due tipi e possono essere applicate simultaneamente:
– tecniche comportamentali: rilassamento, sport e yoga per sviluppare consapevolezza e autodisciplina, respirazione diaframmatica;
– tecniche cognitive: cerca di capire il punto di vista dell’altro, osservare i propri pensieri e imparare a bloccarli, usare pensieri alternativi (posso stare calmo, prendo tempo prima di agire, è un suo problema), prendersi una…

(leggi tutto)

Share