La palestra cognitiva

11.00

Il deterioramento delle capacità mentali – che una cultura obsoleta continua a considerare “naturale” – è in realtà spesso causato, oltre che da numerose malattie, dalla carenza di esercizio mentale e fisico.

Share

Descrizione

E’ diffusa l’opinione che l’invecchiamento si accompagni inesorabilmente alla perdita di numerose funzioni sia fisiche che mentali. Col trascorrere degli anni udito, vista, memoria, intelligenza, agilità, forza fisica subirebbero un declino inevitabile. Questa visione negativa della vecchiaia
e dell’invecchiamento è in linea con l’antico aforisma “senectus ipsa morbus” (la vecchiaia per se stessa è una malattia) e con la più recente, ed ugualmente insopportabile, immagine di Shakespeare secondo il quale sono numerosi i tributi che si devono pagare alla vecchiaia: “senza memoria, senza denti, senza occhi, senza tutto”.