La Timidezza (Ansia Sociale) il disagio che si prova quando si è in relazione con altre persone – Anna Cantagallo

Grazie alla pluriennale esperienza nel campo del trattamento dei disturbi d’ansia, lo staff di psicologi e psicoterapeuti di Anna Cantagallo ti potrà aiutare concretamente e in tempi brevi nel ridurre significativamente il disagio. Se il tuo disagio ha a che fare con l’eccessiva timidezza, questo articolo ti potrà aiutare a capire meglio il tuo problema.

La comune timidezza intesa come il disagio che si prova quando si è in relazione con altre persone, se eccessiva e invalidante, può essere considerata un vero e proprio disturbo d’ansia. Nel DSV 5, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, questo disagio psicologico prende il nome di Disturbo d’Ansia Sociale o Fobia sociale. Gli studi epidemiologici rivelano che l’ansia sociale è un disturbo molto diffuso, si stima infatti che possa riguardare circa il 15% della popolazione con una distribuzione omogenea tra maschi e femmine.
Tale disturbo è caratterizzato dalla paura marcata e persistente che riguarda le situazioni sociali o prestazionali che possono creare imbarazzo

La paura riguarda principalmente

  • Conversazione
  • Parlare in pubblico Parlare in pubblico
  • Partecipare a piccoli gruppi
  • Mangiare bere o scrivere in Mangiare, bere o scrivere in pubblico
  • Parlare con persone che Parlare con persone che rivestono un ruolo di autorità
  • Partecipare ad una festa Partecipare ad una festa

più in generale le paure riguardano tutte quelle situazioni in cui ci si sente, a torto o a ragione, sotto il giudizio degli altri.

I sintomi più comuni

  • Tachicardia
  • Tremore alle mani
  • Sudorazione
  • Rossore al volto
  • Disturbi gastrointestinali
  • Diarrea
  • Tensione muscolare

Di conseguenza le persone con ansia sociale tenderanno a manifestare un ipersensibilità alla critica, alla valutazione negativa o al rifiuto o al rifiuto, una difficoltà ad esprimere le proprie opinioni essendo… (leggi tutto)

Share