Il disturbo ossessivo compulsivo (DOC), un approccio multidisciplinare – Anna Cantagallo

Anna Cantagallo e il suo staff di psicologi e psicoterapeuti, mettono a disposizione la loro conoscenza nell’ambito della psicologia e delle neuroscienze per un approccio multidisciplinare ai tuoi problemi.

La caratteristica in comune dei disturbi dello spettro ossessivo-compulsivo è la ridotta capacità ad inibire una risposta, sia essa motoria e/o mentale, conseguente a stimoli esterni o interni. Nelle persone che soffrono di questi disturbi si riscontra un’incapacità a resistere ad un desiderio impellente, o alla tentazione di compiere un’azione.

Le persone che soffrono di questo tipo di disturbi provano, prima di cedere all’impulso (mettere in atto un’azione), un forte senso di attivazione o tensione (ansia), seguito, nel momento in cui l’azione è compiuta, da una gratificazione e una diminuzione della tensione. Questo meccanismo, detto rinforzo negativo, fa si che la probabilità che si ripeta il comportamento “gratificante”, che ha diminuito la tensione/disagio, sarà molto alta. Si innesca così un circolo vizioso che “costringe” la persona ad essere “schiava ” dei propri pensieri e comportamenti.

I principali disturbi:

Il disturbo ossessivo compulsivo – DOC:

“ Se non lo faccio, di sicuro succederà qualcosa di brutto ..”
“ La mi amente è come un groviglio di pensieri ..”
“ Sono schiavo dei miei pensieri e dei comportamenti ..”

Il disturbo ossessivo-compulsivo è un disturbo caratterizzato da pensieri persistenti, intrusivi e non desiderati che la persona non riesce a controllare e che possono portare all’attuazione di comportamenti (rituali), questi rituali hanno lo scopo di ridurre il malessere e l’ansia o prevenire il verificarsi di eventi temuti.

Le ossessioni sono pensieri, idee ed immagini. Questi pensieri sono vissuti come intrusivi ed eccessivi ed hanno la caratteristica di essere ricorrenti cioè di presentarsi più volte e in modo continuativo durante la giornata; riguardano i più svariati temi ma nella pratica clinica si è visto che alcuni sono più comuni:

contaminazione
impulsi aggressivi ( ferire o uccidere qualcuno, gridare oscenità in luoghi pubblici, essere veicolo di contagio,)
dubbi ripetitivi (verificare se si è compiuta un’azione),
ordine e/o simmetria,
fantasie sessuali (per es. ricorrenti immagini pornografiche),
dire cose sbagliate.

Le compulsioni sono i comportamenti, le azioni che rappresentano la “soluzione” alle ossessioni. Le compulsioni sono messe in atto in modo ripetitivo e … (leggi tutto)

Share