How to share: il valore della condivisone e come farlo diventare il vostro miglior alleato.

How to share: il valore della condivisone e come farlo diventare il vostro miglior alleato.

How to share – Anna Cantagallo innalza il valore dello sharing, nella vita e al lavoro

Se volete essere un Leader affermato, non potete solo contare sulla vostra vision e sui vostri prodotti, ma necessitate di fidarvi e di credere nelle persone che compongono il vostro team.

Steve Jobs senza Wozniak non sarebbe stato nessuno. Seppur capacissimo nei suoi compiti, ottenne il suo successo grazie alla sua capacità di spingere coloro vicino a lui a dare il meglio di loro stessi.

How to share: il valore della condivisone e come farlo diventare il vostro miglior alleato.

Come analizzato in questo paper, la leadership è un fattore fondamentale per la produttività del vostro team.

Esso è il vostro reggimento. Dovete trattarlo bene, con rispetto, senza arroganza e senza desiderio di superiorità.

“Dovete certamente farlo crescere, ma con la consapevolezza che crescerete in maniera speculare. Come farlo?

Ecco una semplice lista di trucchi affinché non dimentichiate mai che i vostri progetti nascono da relazioni che sono basate sulla parola.” (illustra Anna Cantagallo).

  • Ascoltate in modo attivo tutti.

Tutti i componenti della vostra truppa hanno una storia e un loro modo di comunicare.

C’è l’egocentrico convinto di sè, c’è la persona timorosa, c’è il maestro della comunicazione online, c’è il capace della comunicazione reale.

Sono tutti unici e diversi tra loro. Racchiudono tutti una narrazione che, volenti o nolenti, emergerà nelle vostre conversazioni o, semplicemente, nel loro modo di porsi.

Come indovinò un famoso psicoanalista Ungherese, Sándor Ferenczi, il paziente in analisi lascia filtrare aspetti del suo passato semplicemente agendo.

Quindi parlate con loro, state ad ascoltare, osservateli. Non può esserci solo una bocca che parla: la reciprocità è necessaria.

  • Chiedete se si sentono “comodi”.

Se date loro un compito a cui non sembrano dare molta attenzione o per cui continuano a ritardare la deadline, ponete particolare attenzione al compito stesso.

Vi sembra che rispetto ad altre incombenze si sentano poco a loro agio? Se questa è la percezione che avete, esploratela chiedendo loro come si sentono riguardo a quell’incarico.

Potrebbe risolversi in una semplice incomprensione come potrebbe essere che il compito loro affidato sia, per motivi personali, faticoso. Capite questi stop e provate a risolverli.

  • Notate i talenti di ognuno e fateli esplodere.

Esattamente come noi possediamo uno o più talenti, i componenti del nostro team ne possiedono altrettanti.

Può essere una facilità nel convincere un cliente, una propensione allo scrivere, una capacità di comprensione delle relazioni interaziendali che ad altri manca.

Qualsiasi cosa. Questo tesoro esiste ed è pronta ad essere espressa. Siate abbastanza aquile per notare questa loro bellezza e fatela esplodere. Questo li motiverà a far meglio.

  • Ponete domande e problematiche insidiose.

Vedete fino a che punto potete spingervi. Testateli su certe questioni. Chiedete di rispiegarvi qualcosa più volte.

Fate sì che arrivino in una sorta di limbo disequilibrato in cui devono mostrarvi chi sono, quanto sanno e come lo dicono.

Quando osservate una loro resistenza, pressate, insistete. Fate sì che arrivino a sfidare loro stessi.

  • Parlate di quotidianità apparentemente banale.

Come nel film Le Iene di Tarantino quando discutono sulla mancia da lasciare ai camerieri.

Vedete se sono disposti ad abbandonare la loro conoscenza per parlare di cose di tutti i giorni.

Potrete notare enormi differenze con il loro solito modo di porsi scoprire un nuovo lato dei vostri collaboratori.

  • Portate i vostri partner a incontri con gente nuova.

Volete vederli crescere davvero? Portateli fuori dall’azienda, chiedete loro di partecipare ad un ritrovo tra aziende, in un luogo meno protetto.

Il numero di informazioni che riceverà in quella serata sarà inestimabile. Ma, soprattutto, il valore dell’esperienza fatta sarà inpagabile. Vi ringrazieranno.

How to share: il valore della condivisone e come farlo diventare il vostro miglior alleato.

“Siate abbastanza flessibili, come Leader, per capire quando dovete essere assolutamente empatici e coccolare il vostro team e quando, al contrario, dovete sfidarlo, affinchè i suoi componenti crescano e siano motivati a dare il meglio di sé.” conclude Anna Cantagallo.

Siate per loro il Maestro che avete sempre desiderato per Voi. Tutta l’azienda ne beneficerà.

braincare-ultime-notizie-tutte

How to share: il valore della condivisone e come farlo diventare il vostro miglior alleato.

Potrebbe interessarti anche:

Share