Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Autoipnosi – La Sindrome del Dolore Addominale Funzionale (FAPS) è un disturbo gastrointestinale, caratterizzato da dolore cronico o frequente di cui non può essere accertata una causa specifica.

Il dolore può essere molto indebolente nella vita quotidiana, andando a interferire con il funzionamento della persona durante varie attività, e i bambini ne patiscono in particolar modo.

Anna Cantagallo spiega come in aggiunta alle tecniche di gestione più tradizionali, di recente è stato indagato il trattamento tramite auto-ipnosi del dolore addominale proprio nei bambini.

Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Quali sono le cause della FAPS?

“La sindrome addominale Funzionale di dolore non è associata a malfunzionamenti a livello del colon.

Il dolore provocato da questa condizione non può essere spiegato da alterazioni né radiologiche né degli esami di laboratorio.

Alla base del FAPS c’è un’alterazione negli impulsi nervosi tra intestino e cervello, non un problema di mutata motilità intestinale.

Il dolore, che può essere sia frequente che continuo, è raramente collegato a funzioni intestinali come l’alimentazione o la defecazione.

Anche se spesso i sintomi compaiono senza pausa apparente, possono anche essere effetto di infezioni o eventi traumatici; durante i periodi di stress, i sintomi possono aggravare.

Il cervello degli individui con FAPS ha un’ipersensibilità nei confronti dei dolori addominali, a causa di un’alterazione nell’asse che collega il cervello all’intestino e nella capacità del sistema nervoso di regolare i segnali dolorosi che attraversano il tratto gastrointestinale.

Di conseguenza, anche stimoli di lieve entità vengono ingranditi e percepiti in maniera molto dolorosa.”

Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Quali sono le tecniche più tradizionali di gestione della sindrome?

“Innanzitutto – racconta Anna Cantagallo – è opportuno specificare che solitamente non è possibile eliminare del tutto i sintomi; bisogna dunque mirare a revisionare il dolore in modo da migliorare globalmente la qualità della vita quotidiana.

Nel trattamento della sindrome del di dolore addominale funzionale il cervello ha un ruolo cruciale nella percezione del dolore.

Fattori come ansia e depressione indirizzano in maggior misura il focus attentivo della persona verso i sintomi dolorosi, mentre il rilassamento può aiutare a diminuirne la severità.

Tra le tecniche di trattamento non farmacologiche della FAPS abbiamo la meditazione o altre tecniche di rilassamento, l’ipnosi per focalizzare l’attenzione altrove, e la terapia cognitivo-comportamentale per lavorare su pensieri, percezioni e comportamenti relativi ai sintomi dolorifici.

A livello farmacologico invece vengono forniti solitamente antidepressivi triciclici per bloccare la propagazione dei segnali nocicettivi dall’addome al cervello.

Anche gli inibitori selettivi di ricaptazione della serotonina-noradrenalina possono aiutare ad alleviare i sintomi in alcuni casi.”

Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Autoipnosi per curare la FAPS: cosa è risultato dallo studio?

Anna Cantagallo risponde: “Uno studio pubblicato a marzo 2017 e condotto da Juliette M. T. M. Rutten e colleghi ha dimostrato l’efficacia dell’autoipnosi nel trattamento del dolore addominale nei bambini.

In particolare si stabilisce l’effetto che ha su bambini con sindrome del colon irritabile o con sindrome del dolore addominale funzionale.

Lo scopo dello studio è di confrontare l’efficacia di un auto-ipnositerapia domiciliare con l’ausilio di un CD e l’ipnositerapia individuale eseguita da terapisti qualificati.

Sono stati condotti trial clinici randomizzati su 250 bambini in 9 centri dei Paesi Bassi con un follow-up un anno dopo la fine del trattamento.

I bambini sono stati assegnati accidentalmente al gruppo di ipnosi guidata + autoipnosi domiciliare, o a quello di ipnosi solo guidata da terapisti con un rapporto di 1:1. È risultato che la validità dei trattamenti auto eseguiti in casa non era inferiore rispetto all’ipnositerapia svolta da terapisti allenati.

Autoipnosi – Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Inoltre l’utilizzo di un CD cattura particolarmente l’interesse dei bambini, dimostrandosi una valida e attraente soluzione per loro.

Per i ragazzi un po’ più grandi, che tendono a essere poco disposti a utilizzare dei CD, i ricercatori hanno proposto APP create ad hoc per tablet e smartphone.

Purtroppo però ci sono anche dei limiti; questi servizi pur diventando più pratici e economici con la parte domiciliare, richiedono comunque molto tempo, e gli specialisti d’ipnositerapia pediatrica sono ancora poco numerosi.”

Autoipnosi - Curare il dolore addominale dei bambini con l’autoipnosi: si può?

Share