Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Anna Cantagallo Neurovoice spiega perché e come usare lo strumento musicale naturale che tutti no abbiamo a disposizione e che spesso non usiamo al meglio

Kanye West è un cantante rap e un producer musicale.

Universalmente riconosciuto per le sue doti creative e imprenditoriali, è uno dei migliori rapper dell’epoca moderna, riuscendo a rinnovare il genere hip-hop con qualcosa di nuovo ogni anno.

Eppure, quando si ascolta una canzone come Runaway, ci si presenta un paradosso: come può una canzone così semplice essere così forte?

Non solo perchè la semplicità, nonostante l’apparente fragilità, è strutturalmente potente, ma per il modo singolare di usare uno strumento che in pochi sanno usare con maestria:

la voce umana. Vox in un recente video analizza e de-struttura la sua voce, soprattutto da quando un incidente stradale gli fratturò parte della mascella.

Da quel momento, Kanye West ha utilizzato la sua voce come strumento versatile e mai noioso, sfruttandone appieno le sfumature ed il potere evocativo.

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Anche se non siete esattamente amanti dell’hip-hop, l’esempio di questo cantante mostra quanto uno strumento che abbiamo e diamo spesso per scontato, la nostra voce, sia in realtà fondamentale e rappresenti una grande parte del nostro rapportarci al mondo.

Che essa sia gracile, dolce, potente o profonda, ne disponiamo e un utilizzo più consapevole potrebbe produrre dei miglioramenti del tutto inaspettati nella vita di tutti i giorni.

“Questo diventa fondamentale per un giovane leader che intende condurre il suo team al successo, così come per un qualsiasi individuo prima di un colloquio di lavoro.”

continua Anna Cantagallo. “La voce, inevitabilmente intessuta nelle maglie della comunicazione, rappresenta il primo impatto di noi col mondo.”

Gli esseri umani hanno sviluppato fonemi e suoni per comunicare.

Questo si è rivelato utile da un punto di vista evoluzionistico: dall’uomo della caverna che doveva comunicare i pericoli imminenti al leader odierno di successo.

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Il motivo per cui un leader deve far della sua voce la bandiera di chi è, viene dato da un famosissimo studio sulla comunicazione pubblicato negli anni 70. In esso il 93% della comunicazione che instauriamo ogni giorno è non-verbale.

Ciò significa che le parole contano pochissimo nella vita di tutti i giorni, mentre ciò che davvero fa la differenza sono il nostro modo di ascoltare, di vestirci, di gesticolare e anche di parlare.

“Il leader di successo deve sapere regolare questo strumento che la natura gli ha dato in dotazione.

Deve dimostrarsi sicuro di sè, con un tono di voce adatta alla situazione, mai tremante, impavido, senza crepe.

Ma nel momento del bisogno essere sensibile e emozionalmente collegato alla psiche dei suoi collaboratori. Un assoluto esperto delle sue laringe e faringe.

Una guida di roccia e di cuore.” conclude Anna Cantagallo.

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Braincare® organizza per le giornate del 4-5 Febbraio un corso chiamato ‘NeuroVoice’, a cui parteciperanno la Dott.ssa Anna Cantagallo e Andrea Bordin, un trainer certificato del metodo ‘FourVoiceColors’, che scinde la voce in 4 differenti colori, ognuno collegato ad un contesto emozionale.

L’accordo tra voce e neuroscienze vi porterà in un viaggio incredibile, dove si scoprirà come il cervello produce linguaggio, lo interpreta e lo vive. Venitelo a scoprire!

braincare-ultime-notizie-tutte

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Anna Cantagallo Neurovoice: il Leader è un musicista, suona la sua stessa voce

Potrebbe interessarti anche:

Share