Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

Anna Cantagallo innamoramento – spiega quali modificazioni fisiologiche, oltre che

comportamentali, si riscontrano durante la fase di innamoramento.

Innamorarsi, si sa, modifica la nostra vita, il nostro aspetto, le nostre abitudini,

i nostri obiettivi e i nostri atteggiamenti. Ci conferisce nuova energia e voglia di

prendere decisioni, di uscire fuori di casa, di fare, di essere iperattivi .. talvolta

ci fa sentire fou! O forse lo diventiamo davvero?

Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

In realtà, tra le altre cose, la fase dell’innamoramento modifica anche il nostro cervello.

Secondo quanto dimostrato da una ricerca pubblicata su Cns spectums e realizzato da

un gruppo di ricercatori dell’unità operativa di Psichiatria, appartenente all’Azienda

Ospedaliera Universitaria di Pisa, durante l’innamoramento succedono dei grandi

cambiamenti fisiologici come l’aumento della dopamina. 

Come spiega Anna Cantagallo, “il coinvolgimento di questo neurotrasmettitore si può

dire che fosse già dimostrato da studi di risonanza nucleare magnetica funzionale, i

quali avevano evidenziato come, negli innamorati, si attivino in misura maggiore le

aree cerebrali che usano la dopamina. Non era stato però verificato l’effetto del trasmettitore.

Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

Lo studio pisano ha invece dimostrato direttamente che la dopamina si trova in

concentrazioni più alte negli innamorati. La presenza di dosi più grandi di

dopamina riproduce un fattore di grande importanza perché modifica anche i

comportamenti:  e questa trasformazione sarebbe alla base della gioia,

dell’aumento di energia, del desiderio di unione psichica e sessuale con l’altro e,

in generale, del piacere legato alla connessione”.

Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

Tutto questo accade quando l’innamoramento va bene. Ma cosa succede invece

quando una persona non è corrisposta o una relazione si interrompe?

“Solitamente i livelli di dopamina si riducono, sebbene rimangano più o meno

stabili in un range di normalità – spiega Anna Cantagallo – ma gli individui

che hanno caratteri più fragili risentono maggiormente di questa riduzione di

dopamina e sono portati a attuare comportamenti contrari quali: perdere

l’iniziativa e la voglia di uscire, sentirsi senza energia e veder scolorire i propri obiettivi.

Talvolta la relazione affettiva può trasformarsi in una fase di vita pericolosa, al

punto da scatenare vere e proprie patologie della psiche o disturbi comportamentali

quali lo stalking e la violenza auto e eterodiretta”.

braincare-ultime-notizie-tutte

Anna Cantagallo innamoramento - Il cervello innamorato

Anna Cantagallo innamoramento – Il cervello innamorato

Potrebbe interessarti anche:

Share