Anna Cantagallo – Attività fisica e Invecchiamento Cellulare

Anna Cantagallo – Attività fisica e Invecchiamento Cellulare

Anna Cantagallo spiega per quale motivo l’attività fisica mantiene giovani e quali sono

i modi di rimanere sempre in forma.

Fare mezz’ora di attività fisica al giorno protegge da un invecchiamento cellulare precoce,

anche per chi trascorre gran parte della giornata in ozio.

A trovare questi risultati è uno studio dell’Università della California di San Diego

che ha preso in esame 1.500 donne tra i 64 e i 95 anni della Women’s Health Initiative.

I risultati sono un invito ad iniziare lo sport da giovanissimi e a continuare a praticarlo

anche dopo gli 80 anni.

C’è un modo per rimanere sempre giovani?  “Per quanto riguarda la formula magica

della giovinezza sicuramente c’è ancora qualcosa da scoprire, ma la soluzione per

invecchiare presto è sicura: stare troppo seduti e dedicare troppo poco tempo

all’attività fisica”. Cosi spiega Anna Cantagallo come mantenersi sempre verdi.

I risultati dello studio non lasciano adito a dubbi:

le donne anziane che trascorrono più di 10 ore della loro giornata sedute e che non fanno

nessuna attività fisica presentano cellule che sono di ben 8 anni più ‘vecchie’

da un punto di vista biologico, rispetto alle coetanee più attive.

Anna Cantagallo spiega che la causa risiede nei telomeri, che attraverso il normale

processo di invecchiamento, si accorciano e si sfrangiano; tuttavia nelle persone che

praticano attività poco salutari, quali il fumo, o nei soggetti obesi, questo andamento

subisce un’accelerazione.

E non è un bene perché oltre che all’invecchiamento, l’accorciamento dei telomeri

correla con malattie cardiovascolari, con il diabete e con la maggior parte dei tumori.

“La ricerca ha dimostrato – continua la dottoressa –

che le cellule invecchiano anticipatamente se si conduce una vita sedentaria ed è noto

da tempo che l’età anagrafica non sempre va con quella biologica.

Bisognerebbe dunque cominciare a fare attività fisica sin da giovani e proseguirla

come componente normale della vita quotidiana per tutta la vita. Anche a 80 anni”.

braincare-ultime-notizie-tutte

Anna Cantagallo - Attività fisica e Invecchiamento Cellulare

Potrebbe interessarti anche:

Share